Tutto quello che devi sapere sul Camper - Camperis

Tutto quello che devi sapere sul Camper

Prima di decidere di acquistare un camper è necessario conoscere ogni aspetto relativo a questo veicolo come modelli, caratteristiche e regole di guida in strada
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Il camper è un veicolo sempre più diffuso e richiesto nel mercato dei mezzi ricreativi. Si tratta di una tipologia costruttiva di autoveicolo, definita anche come autocaravan, aventi una particolare carrozzeria, realizzata su meccanica furgonata, ed allestiti per essere adibiti anche ad alloggio.

L’idea del primo carro (non ancora motorizzato) ad uso di abitazione risale ai primi anni dell’800. A quell’epoca erano soprattutto ambulanti, artisti circensi e gitani ad utilizzarli per spostarsi in lungo ed in largo in Europa.

Il primo vero camper ante litteram nacque però in Francia, tra 800 e 900, da un’idea di Jules Secrestat, un ricco pioniere dell’automobile che ne commissionò la realizzazione ad un carrozziere di Bordeaux, tale Henri Lafitte, che costruì quello che passò alla storia come “Bourlinguette”: un mezzo lungo sette metri montato su autotelaio Panhard & Levassor 7CV

In Europa, ma anche in Italia, il concetto di camper come mezzo di trasporto turistico e come simbolo della vita en plein air, si comincia a diffondere intorno alla metà del ‘900, quando iniziano a nascere i primi modelli “moderni” di autocaravan, frutto dell’ingegno e della professionalità di brand che hanno fatto la storia di questo settore.

Hymer, Knaus gli italiani Laika, Elnagh, Arca. Sono solo alcuni dei marchi storici precursori di un genere di turismo libero e flessibile oggi sempre più apprezzato.

Fatta questa doverosa premessa storica, vediamo dunque quali tipologie di camper esistono sul mercato, quali sono le loro caratteristiche e come utilizzare al meglio questo veicolo rispettando le regole previste dal Codice della Strada.

Tipologie e modelli di Camper

La parola camper è un termine abbastanza generico che non coglie appieno la vastità del settore. Rimanendo sul generico, si potrebbe dire che il camper è un veicolo di trasporto composto da una cellula abitativa montata su un telaio motorizzato.

Nella realtà dei fatti, il mercato offre diverse tipologie di camper la cui differenza sta soprattutto nella unità abitativa che le caratterizza.

In modo più preciso possiamo individuare i seguenti modelli:

  1. Mansardati;
  2. Semi-integrali (o Profilati);
  3. Semi-integrali basculanti;
  4. Motorhome (o Integrali);
  5. Camper furgonato o puro.

A questi si aggiunge anche la categoria cosiddetta Cellula scarrabile, che però non viene considerata propriamente una tipologia di camper.

Nel prossimo paragrafo vedremo nel dettaglio le caratteristiche che differenziano ciascuna tipologia.

Quali sono le caratteristiche che differenziano i camper

Spesso, quando si vuole acquistare un camper, ci si chiede se è meglio un camper nuovo o un camper usato. Ma la vera domanda da porsi è quale tipologia sia più adatta alle proprie esigenze.

La risposta a questa domanda la si può trovare soltanto conoscendo a fondo gli elementi che differenziano i diversi modelli di veicoli che il mercato offre.

Come vedremo in seguito, ciò che differenzia i camper sono meccanica, telaio e cellula abitativa. Ma in un camper è soprattutto la disposizione degli interni a fare la differenza, quando si tratta della scelta del veicolo da acquistare.

 Vediamo allora di conoscere meglio, da questo punto di vista, i diversi modelli di camper:

  • I camper van usati o nuovi sono furgoni trasformati ad uso abitativi: hanno dimensioni ridotte e sono facili da guidare e parcheggiare;
  •  I mansardati hanno la cellula abitativa è montata su un autotelaio cabinato e, per definizione, sono caratterizzati da una mansarda sopra la cabina di guida;
  •  I semi-integrali, come i mansardati, hanno la cellula abitativa su un autotelaio cabinato, ma non presentano la mansarda e sono dunque più piccoli ma più stabili in marcia;
  • I semi-integrali basculanti si caratterizzano per la presenza di un letto basculante, motorizzato o manuale, che all’occorrenza può scendere sopra la cellula abitativa.
  •  I motorhome sono caratterizzati da una cellula abitativa che è un corpo unico con la motrice (autotelaio scudato), sono i veicoli più grandi e costosi sul mercato.

Pur non venendo considerata un vero e proprio camper, non si può non menzionare anche la cellula scarrabile, ovvero una cellula abitativa che è completamente svincolata da un mezzo e progettata per essere appoggiata e agganciata ad un autocarro con pianale o ad un pick-up.

Quali sono le parti di un camper

Per comprendere appieno le differenze tra i diversi modelli di autocaravan appena sopra elencati, bisogna innanzitutto conoscere come è composto un camper. Volendo sintetizzare, possiamo dire che le parti fondamentali da cui è composto un mezzo di questo tipo sono:

  • Motore (elemento che distingue anche il camper dalla roulotte);
  • Cabina di guida;
  • Cellula abitativa;
  • Telaio;
  • Scocca.

La cabina di guida, come è facilmente intuibile, è quella zona del veicolo dove si colloca il guidatore per condurre il proprio mezzo.

Dietro la cabina di guida c’è la cellula abitativa del camper che può presentare diverse configurazioni di dinette, cucina, bagno e zona notte, in base alle marche ed ai modelli.

La cellula è montata su un autotelaio (Fiat, Iveco, Ford, Renault i principali costruttori), ovvero la base meccanica su cui viene realizzato l’allestimento del camper.

Nei mansardati e nei semi-integrali il telaio è cabinato, ovvero è presente anche la cabina di guida, e la cellula abitativa è staccata dalla motrice. Mentre nei motorhome la cellula abitativa costituisce un corpo unico con la motrice e l’intera struttura è costruita su un su di un telaio scudato, ovvero privo di cabina.

La Scocca, invece, rappresenta una sorta di ossatura del camper che si compone dei rivestimenti esterni, delle pareti, del tetto e dei pavimenti.

Usi del camper: come funziona?

Per chi è un neofita della vita da camper, il provare a capire esattamente come funziona questo veicolo può far nascere molti dubbi, qualche incertezza e parecchie perplessità.

In questo paragrafo, quindi, cercheremo di dare una risposta ad alcune delle domande più frequenti sugli usi del mezzo in modo che potrai vivere più serenamente i tuoi viaggi in camper.

  • I camper dispongono di un impianto idrico composto da uno o più serbatoi di carico per l’acqua pulita, di una pompa, di un boiler per l’acqua calda e di un serbatoio per lo scarico delle acque sporche grigie (per l’acqua dei lavandini) e nere (per il WC);
  • Acque grigie ed acque nere vanno scaricate negli appositi punti presenti nei rimessaggi o nei campeggi;
  • La cucina del camper è dotata di piano cottura con diversi fuochi, frigorifero capiente con freezer e talvolta anche il forno a gas;
  • L’impianto a gas può essere di due tipi: con serbatoio fisso GPL o con vano bombole ad uso domestico;
  • Il riscaldamento può essere costituito da un sistema a stufa o da un sistema combi (stufa + boiler) con un unico bruciatore che scalda acqua ed aria;
  • L’impianto di climatizzazione è presente di base soltanto in alcuni modelli, ma può essere installato anche su richiesta;
  • L’impianto elettrico del camper utilizza una batteria servizi da cui attingono energia tutte le utenze elettriche della cellula abitativa che sono a 12 volt. La batteria si può ricaricare attaccandola alla rete elettrica a 220v delle aree di sosta camper o installando pannelli solari.

Rimandiamo al prossimo paragrafo tutte le istruzioni relative alla guida del camper ed al rispetto delle regole della strada.

Il camper nel Codice della Strada: cosa prevede?

Il Codice della Strada definisce gli autocaravan come «veicoli aventi una speciale carrozzeria ed attrezzati permanentemente per essere adibiti al trasporto e all’alloggio di 7 persone al massimo, compreso il conducente» (art. 54, comma 1, lettera m).

La Direttiva dell’Unione Europea 2007/46 definisce un camper come un autoveicolo che per essere adibito ad alloggio delle persone deve contenere posti a sedere, tavolo, cuccette, cucina, armadi e ripostigli.

Chiarita la definizione normativa, vediamo quali sono le regole di circolazione stabilite dal Codice della Strada:

  1. Per guidare il camper è necessaria la patente B in caso di veicolo con un PTT (massa a pieno carico) non superiore a 3,5 tonnellate e con non più di 7 posti omologati (se il mezzo supera questi parametri sarà richiesta la patente C oppure C1);
  2. Non è possibile viaggiare in più persone rispetto a quelle indicate sul libretto di circolazione;
  3. In marcia, bisogna stare seduti negli appositi sedili con le cinture di sicurezza allacciate e non è consentito cucinare e neppure utilizzare i letti in movimento;
  4. I bambini di altezza inferiore a 1,50 m e di peso non superiore a 36 Kg devono viaggiare ben assicurati ad appositi seggiolini, regolarmente omologati;
  5. Se la lunghezza esterna del camper supera i 6,99 m non è consentito – almeno in Italia – viaggiare sulla terza corsia delle autostrade;
  6. Fermo in area sosta il camper deve avere il motore spento (art. 157, comma 2) e non usare piedini di stazionamento;
  7. È vietato lo scarico di acque chiare e scure, nonché dei residui organici, su aree pubbliche al di fuori degli impianti di smaltimento appositamente previsti nelle aree di sosta camper.

Come ogni altro veicolo, per poter circolare è necessario dotarsi di un’assicurazione per il camper. L’RCA obbligatoria, al di là della compagnia di assicurazione scelta, dovrebbe aggirarsi intorno ai 300 euro all’anno, ma anche qualcosa in meno.

Adesso che conosci tutti gli aspetti che riguardano l’autocaravan, non ti resta che acquistare il tuo veicolo e partire.

Visitando il sito di Camperis potrai scoprire tutta la nostra vasta disponibilità di camper in vendita. Nel nostro catalogo potrai scegliere tra tantissimi modelli di camper nuovi e camper usati d’occasione ad un prezzo altamente concorrenziale.

Se sei alle prime esperienze di viaggio itinerante, invece, scopri il nostro servizio di noleggio camper per sperimentare la vita en plein air prima di fare il grande passo

Hai bisogno di altre informazioni o vuoi suggerire qualche consiglio ai meno avvezzi alla vita in camper? Scrivici pure nei commenti in basso.

Potrebbe interessarti anche..

Commenti

Nessuna risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi questo articolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Domenica Siamo Aperti!

Domenica 25 ottobre saremo aperti
dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 15:00 alle 18:00!

Domenica 25 ottobre saremo aperti dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 15:00 alle 18:00!