ULTIME DAL BLOG

  • banner anniversario Camperis
    banner anniversario Camperis
  • furgonato
    furgonato

Camper usati: fai sempre un controllo del riscaldamento prima di partire

Hai deciso di acquistare un camper usato, o più semplicemente ne possiedi uno e stai pensando di concederti una vacanza con amici o famiglia.

Partire con il proprio camper è sempre una splendida idea, l’avventura on the road è un’emozione che ogni tanto occorre concedersi per rompere la routine quotidiana e tornare più carichi e ristorati.

Ma attenzione, prima di partire conviene controllare l’impianto di riscaldamento, quel che poteva sembrare futile nel periodo estivo diventerà indispensabile nei prossimi mesi con l’avvento dell’inverno.

Controllo del riscaldamento di un camper

L’impianto di riscaldamento non è sempre identico bensì varia a seconda del modello di camper che possiedi, per intenderci: il boiler e il riscaldamento potrebbero essere insieme oppure separati.

Poi occorre fare una seconda distinzione, esistono due tipi di riscaldamento: quello a gas e quello a gasolio.

Va a questo punto fatta una precisazione importante: qualunque sia il tipo di riscaldamento nel tuo camper occorre sempre far effettuare un controllo da un tecnico specializzato per verificare che la combustione sia adeguata.

Ecco i tipi di controllo da effettuare in base al tipo di riscaldamento:

Riscaldamento ad aria forzata. Se il riscaldamento del tuo camper è ad aria forzata bisogna controllare il motore della ventilazione, occorre verificare che porti adeguatamente il calore in tutto il camper;

Riscaldamento di tipo ALDE. Se il riscaldamento è di tipo ALDE vuol dire che il tuo camper ha un riscaldamento con termosifoni. In questo caso bisogna controllare il livello del glicole all’interno dei tubi e rendere privo di aria l’impianto. Infatti, anche solo una bolla d’aria nell’impianto dei termosifoni potrebbe mandare in blocco il riscaldamento. Il glicole è un additivo che miscelato con l’acqua in circolazione nell’impianto aumenta l’intervallo di temperatura in cui l’acqua stessa si mantiene liquida. 

Controllo del boiler di un camper

Una volta effettuato il controllo sul riscaldamento occorre soffermarsi sul boiler ed effettuare le dovute verifiche. Ecco le principali:

Controllo boiler. Per quanto riguarda il boiler, anche qui occorre controllare la combustione a gas. Tuttavia, il passaggio più delicato e allo stesso tempo importante è il controllo della pentola che raccoglie l’acqua all’interno del boiler. Infatti, con il tempo tende a forarsi, quindi va controllata e nel caso ci siano dei fori o delle lesioni va immediatamente sostituita.

Controllo camini di scarico. Il boiler e il riscaldamento hanno camini di scarico sia a tetto che a parete, bisogna controllare l’integrità di entrambi, soprattutto quelli a tetto che potrebbero essere stati “cotti” dal sole e quindi risultare danneggiati.

Una volta effettuati tutti i controlli sopracitati occorre fare ancora qualche altro passaggio e dare un’occhiata agli altri elementi del riscaldamento.

Gli altri elementi del riscaldamento da controllare sono:

  • termostato che deve segnalare la giusta temperatura;
  • software/hardware di gestione che risulta essere sempre una componente delicata.

Controllo delle stufe di in camper

Ultimo passaggio, da effettuare prima di partire è il controllo delle stufe, sia che si tratti di una di tipo Alde sia che funzioni a ventilazione forzata.

Vediamo le differenze:

Stufa di tipo ALDE. Le stufe di tipo ALDE, cioè stufe ad acqua hanno bisogno di molta attenzione. Bisogna verificare che permanga il livello corretto di glicole nei tubi. Ma attenzione, spesso capita che anziché esserci glicole, comunemente conosciuto anche col nome di antigelo per motori ci sia antigelo per vetri, che ha la caratteristica di essere molto corrosivo. Ci è capitato spesso di assistere a questo errore e per questo motivo vogliamo che tu sia informato. Molti centri di assistenza incompetenti lo commettono causando un grosso problema e danneggiando irreparabilmente la stufa. Comprare una stufa nuova vuol dire dover spendere fino a 3.500 euro, per cui fai molta attenzione;

Stufa a ventilazione forzata. Nel caso di una stufa a ventilazione forzata a dover essere tenuta sotto controllo è la pentola che raccoglie l’acqua calda per doccia e lavandini. Nel caso la stufa sia stata azionata senza la dovuta quantità d’acqua all’interno la pentola potrebbe essersi deformata. Nel caso la pentola sia deformata occorre sostituirla.

Ora che conosci quali controlli devi effettuare sul riscaldamento di un camper usato sei pronto per la prossima avventura, se non ne possiedi ancora uno o intendi cambiarlo dai un’occhiata ai nostri annunci di camper usati.

Camper usati: fai sempre un controllo del riscaldamento prima di partire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *