Manutenzione del riscaldamento camper: controlli e revisioni da fare prima di partire - Camperis

Manutenzione del riscaldamento camper: controlli e revisioni da fare prima di partire

camperis-image-4
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

La manutenzione del riscaldamento di un camper è una di quelle operazioni indispensabili, da effettuare periodicamente, soprattutto prima di partire per le vacanze invernali.

La verifica del funzionamento ed il controllo del proprio impianto di riscaldamento, comprensivo di stufe e boiler, è infatti fondamentale per creare un clima sufficientemente caldo e confortevole all’interno della cellula abitativa.

Quel che forse può sembrare futile nel periodo estivo, diventerà indispensabile nei prossimi mesi con l’avvento dell’inverno.

Partire con il proprio camper è sempre una splendida idea. L’avventura on the road è un’emozione che ogni tanto occorre concedersi per rompere la routine quotidiana e tornare più carichi e ristorati. 

E con un camper ben riscaldato, non dovrai rinunciare anche a brevi weekend verso mete fredde o lunghe vacanze in montagna durante la stagione invernale.

In quarto articolo, dunque, tratteremo il tema della manutenzione del riscaldamento del camper fai da te, accennando a quali sono i controlli necessari da fare e a quale problematiche è possibile andare incontro.

Tipologie di riscaldamento in un camper: come funzionano?

L’impianto di riscaldamento di un camper non è sempre identico. Il tipo di riscaldamento, infatti, varia a seconda del modello di camper.

Esistono diversi tipi di impianto:

  1. Riscaldamento camper a gasolio;
  2. Riscaldamento alimentato a gas;
  3. Riscaldamento con fluido termovettore.

Tra questi sistemi, il riscaldamento camper a gasolio o gas è il più comune. 

L’impianto a gas funziona con una stufa, spesso abbinata anche al boiler. La caldaia è collegata a bocchette d’aria, che immettono calore in tutta la cellula abitativa.

L’efficacia di questo sistema dipende soprattutto dalle dimensioni della caldaia, dalla potenza della stufa e dal numero di bocchette presenti nel veicolo.

Una valida alternativa alla stufa a gas, molto utilizzata nei camper, è il sistema di riscaldamento alimentato a carburante, che scambia direttamente il calore prodotto all’interno della cellula abitativa.

La circolazione di aria calda nell’ambiente può avvenire naturalmente, oppure forzando la stessa con un sistema di ventilazione. In questo secondo caso, la stufa consuma, oltre al gas, anche energia elettrica.

Per questo sistema di riscaldamento camper viene utilizzato spesso il riscaldatore webasto. Mentre, nel caso dell’impianto a gas, il più diffuso riscaldatore camper è la stufa trumatic sl 3002

Un sistema innovativo di riscaldamento per camper è quello basato sulla circolazione di un fluido termovettore (un mix di glicole ed acqua) riscaldato da una caldaia a casa. Questo sistema prende anche il nome di sistema di riscaldamento centrale Alde.

Inverno in camper: come effettuare la manutenzione del riscaldamento camper fai da te?

Per vivere appieno l’inverno in camper è necessario che il sistema di riscaldamento funzioni a dovere. 

Quindi è molto importante dedicare attenzione a questo aspetto ed effettuare controlli periodici, in modo da agire tempestivamente in caso di malfunzionamento ed evitare di congelare.

Molti camperisti cercano notizie sulla manutenzione del riscaldamento camper nei forum online. Le domande più ricorrenti riguardano le modalità della manutenzione fai da te. 

Se si ha sufficientemente dimestichezza, occuparsi personalmente della manutenzione del proprio camper, infatti, non è impossibile.

Tuttavia, qualunque sia la tua esperienza in proposito, occorre sempre far effettuare un controllo del sistema di riscaldamento da un tecnico o un officina specializzata, per verificare che la combustione avvenga adeguatamente.

 In ogni caso, se vuoi cimentarti da solo, ecco quali sono i controlli da effettuare:

  • Controllo del boiler;
  • Controllo dei camini di scarico;
  • Termostato;
  • Software e hardware di gestione;
  • Stufe.

Riguardo le stufe, ci sono dei controlli specifici da fare in base al tipo di riscaldamento montato sul camper.

Ad esempio, se il riscaldamento del tuo camper è ad aria forzata, bisogna controllare il motore della ventilazione e verificare che porti adeguatamente il calore in tutto il camper.

 Al contrario, se il riscaldamento è di tipo Alde, in questo caso bisogna controllare il livello del glicole all’interno dei tubi e rendere privo di aria l’impianto.

Infatti, anche solo una bolla d’aria nell’impianto dei termosifoni potrebbe mandare in blocco il riscaldamento.

Controllo del boiler di un camper: come si fa?

Insieme al sistema di riscaldamento, i camper sono dotati anche di un boiler per l’acqua calda.

Boiler e riscaldamento potrebbero essere insieme oppure, nella maggior parte dei casi, funzionare indipendentemente l’uno dall’altro, in modo da poter utilizzare soltanto il primo nella bella stagione.

Nella verifica periodica del funzionamento del boiler è molto importante controllare:

  • La combustione a gas;
  • L’integrità del camino di scarico, sia a tetto che a parete;
  • Lo stato della pentola che raccoglie l’acqua all’interno del boiler.

Quest’ultima, infatti, con il tempo tende a forarsi, quindi va controllata spesso e, nel caso ci siano fori o delle lesioni, va immediatamente sostituita.

Nel caso tu abbia un Truma Boiler nel camper o un qualsiasi altro tipo di boiler, la manutenzione ed il controllo periodici devono comprendere anche la decalcificazione e la sterilizzazione dell’intero impianto dell’acqua.

Per farlo, puoi utilizzare prodotti specifici oppure con acido citrico o con una soluzione di acqua ed aceto. Inoltre, scaldando regolarmente il boiler fino ad una temperatura di 70°C, sarai sicuro di eliminare qualsiasi tipo di microrganismo patogeno all’interno dell’impianto.

Come fare il controllo e la revisione della stufa di un camper

Avere una stufa integra ed in ordine il primo passo per un impianto di riscaldamento perfettamente efficiente. Una stufa in perfette condizioni, infatti, non solo assicura affidabilità e massima resa di riscaldamento, ma garantisce anche minori consumi di combustibile.

Il controllo del funzionamento e la revisione della stufa di un camper puoi farla anche da solo, verificando che:

  • Il bruciatore sia completamente pulito;
  • Il sistema di accensione funzioni correttamente;
  • Le sicurezze siano attive e ben funzionanti;
  • La presa dell’aria per la combustione non sia ostruita da ostacoli;
  • Lo scarico dei gas di combustione sia integro, libero e protetto dall’azione degli agenti atmosferici.

Manutenzione riscaldamento camper: come si pulisce una stufa?

 La pulizia di una stufa, oltre alla revisione periodica, è molto importante perché permette di liberare tubi e ventole d’aria da sporco e polvere, ed avere così un impianto più igienico e sicuro ed efficiente.

In particolare, in questo paragrafo ci concentreremo sul modello di stufa trumatic sl 3002, una delle più diffuse sui camper ed i caravan, soprattutto nei veicoli di fascia medio-bassa. Per pulire una stufa trumatic le istruzioni da seguire sono queste:

  1. Togliere la manopola di accensione della stufa, rimuovere le viti che fissano la copertura frontale e allontanarla dal corpo della stufa facendo molta attenzione;
  2. Staccare il connettore che comanda la ventola Trumavent;
  3. Pulire accuratamente la sonda del termostato ed il vetrino dello spioncino da cui osservare la fiamma (entrambi si trovano in basso a destra);
  4. Aspirare la polvere accumulata dalla griglia dello scambiatore di calore e da ogni altra parte raggiungibile, utilizzando – a seconda della zona un bocchetta con spazzola o una bocchetta sottile dell’aspirapolvere;
  5. Pulisci con un panno leggermente bagnato la parte superiore del convogliatore;
  6. Eliminare tutta la polvere dal vano posteriore della stufa, dove si trova  il Trumavent;
  7. Allenta le viti che bloccano il Trumavent così da accedere alle palette della ventola  ed al foro di aspirazione ed eliminare tutta la polvere in eccesso.

Tutti queste indicazioni di manutenzione della trumatic sl 3002 sono contenute nel manuale. Ma se non ti senti abbastanza sicuro a provvedere da solo alla pulizia della stufa, rivolgiti ad un tecnico specializzato, che sarà in grado di effettuare queste operazioni in tutta sicurezza.

Problemi alla Stufa Truma di un camper: cosa fare se non si accende

I vantaggi di un sistema di riscaldamento con stufa Truma sono tanti, dai consumi ridotti al prezzo contenuto, fino  alla semplicità della manutenzione.

Nonostante i riscaldatori Truma siano abbastanza affidabili, potrebbero ugualmente sorgere delle problematiche circa il corretto funzionamento, soprattutto i modelli più datati.

Uno dei problemi più ricorrenti è che la stufa truma non si accende. Può capitare che premendo il piezoelettrico della stufa truma, si accenda la fiamma pilota azzurra ma dopo qualche secondo, quando si rilascia il regolatore, inizia ad affievolirsi fino a spegnersi.

Oppure può succedere che non arrivi affatto gas alla fiamma pilota e che la stufa non riesca ad avviarsi. Cosa si può fare in questi casi?

  • Controllare che ci sia gas nella bombola;
  • Verificare lo stato dei fili di accensione;
  • Pulire il bruciatore interno;
  • Rimuovere il tubo del camino, pulirlo e collocarlo nella stessa posizione di prima, sostituendo però la guarnizione di tenuta;
  • Verificare il funzionamento della batteria accendigas, se hai il piezo a batteria, e nel caso sostituirla.

Se nonostante queste verifiche la stufa continua a non accendersi, il nostro consiglio è quello di rivolgerti ad un’officina meccanica specializzata nella riparazione di camper e dei suoi componenti.

Per i controlli e la manutenzione del riscaldamento del tuo camper, affidati pure all’esperienza dell’officina di Camperis.

Controlleremo scrupolosamente lo stato dell’impianto e procederemo all’eventuale manutenzione in caso di bisogno, per garantirti il massimo comfort all’interno del tuo camper anche durante le vacanze invernali.

Ti sei già imbattuto in problemi riguardanti la stufa o il radiatore del riscaldamento camper?

Raccontaci nei commenti come li hai risolti e suggerisci qualche dritta utile ai tuoi amici camperisti nella stessa situazione.

Commenti

Nessuna risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi questo articolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email