Lucidatura di un camper in vetroresina: come farla? - Camperis

Lucidatura di un camper in vetroresina: come farla?

La lucidatura camper vetroresina è un’operazione utile per prevenire l’ingiallimento.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

La lucidatura di un camper in vetroresina è parte integrante della manutenzione ordinaria a cui dovrai sottoporre la tua casa a quattro ruote. 

Oltre alla pulizia, da effettuare periodicamente, la lucidatura è fondamentale per mantenere intatta la bellezza del veicolo preservando i colori della verniciatura e lo strato di lucido protettivo.

Questa operazione è molto importante per diversi motivi, quali:

  • Igiene per gli occupanti: oltre che un veicolo, il camper è una struttura abitativa ed è necessario garantire a tutti gli ospiti un adeguato livello igienico;
  • Prevenzione ingiallimento esterno: un camper invecchiato male lo si riconosce subito dalla sua carrozzeria ingiallita, la corretta pulizia degli esterni aiuta ad impedirlo;
  • Prevenzione guasti:  sporco ed incrostazioni possono causare danni alla carrozzeria e alle guarnizioni. Pulire periodicamente gli esterni elimina questo fattore di rischio.

Se il semplice lavaggio va effettuato con una certa frequenza, per la lucidatura il discorso è ben differente. Questa va effettuata circa una volta all’anno, farla troppo spesso può rovinare lo strato superficiale della vetroresina.

Questa operazione risulta lunga e molto impegnativa, ma è decisamente soddisfacente quando viene eseguita a dovere. 

In questo articolo ti spiegheremo, passo per passo, come effettuare la lucidatura del camper in vetroresina e come scegliere la cera per lucidare camper.

Come si effettua la lucidatura del camper in vetroresina

Ancora prima di cominciare la lucidatura vera e propria, dovrai lavare il camper a mano o con idropulitrice assicurandoti di aver rimosso con cura tutto lo sporco in eccesso.

Una volta completato il lavaggio, potrai procedere alla lucidatura ma, prima di tutto, dovrai:

  • Fare attenzione al calore: i prodotti utilizzati per la lucidatura del camper in vetroresina sono sensibili al calore e ai raggi UV pertanto è preferibile lavorare all’ombra;
  • Proteggerti dalle irritazioni: diversi prodotti utilizzati per la lucidatura della vetroresina possono provocare irritazioni cutanee. Indossa sempre un paio di guanti ed evita di toccarti gli occhi mentre lavori;
  • Prenderti tutto il tempo necessario: la lucidatura è un’operazione lunga e stancante ma la regola fondamentale è quella di non lavorare mai con troppa fretta.

Quindi, se hai intenzione di lucidare un motorhome, armati di pazienza e preparati a passare una lunghissima giornata di lavoro. Come primo passaggio, assicurati di disporre della strumentazione più adeguata all’operazione e segui questi basilari consigli:

  1. Evita ogni forma di spazzola abrasiva, che sia a setola dura o in metallo. Lo stesso discorso vale anche per retine metalliche e spugne abrasive;
  2. La vetroresina va trattata con grande cura servendosi di panni morbidi e spazzole in nylon morbido;
  3. Se dovessi incontrare dello sporco particolarmente ostinato, utilizza un panno più pesante ma sempre abbastanza morbido. Un attrezzo troppo aggressivo può graffiare irrimediabilmente i pannelli del tuo camper e danneggiare il gelcoat della vetroresina;
  4. Il segreto della buona riuscita dell’intera operazione è quello di applicare la cera o il polish per vetroresina effettuando movimenti circolari assicurandoti che il panno sia sempre a contatto con la carrozzeria. 
  5. Lavora a zone, comincia su una prima area di circa 2 mq per verificare l’efficacia del trattamento.

Lavorare a mano con la cera per lucidare camper porta via tantissimo tempo e rende la lucidatura un’operazione molto lenta e laboriosa, in alternativa puoi servirti di una lucidatrice rotante: questo attrezzo ridurrà drasticamente i tempi.

Se l’intera operazione dovesse sembrarti troppo lunga o stancante, puoi sempre affidarti ad un carrozziere o un detailer professionista! In questo caso crescerà il costo della lucidatura camper ma avrai un risultato garantito.

Questo processo è valido per le parti in vetroresina quindi non è fattibile per la cabina, che è realizzata in materiale metallico. Continua la lettura per scoprire come fare in questo caso.

Lucidare un camper in alluminio: come si fa?

I camper di ultima generazione fanno largo utilizzo della vetroresina ma spesso questa viene alternata a pannelli in alluminio. Questi garantiscono maggiore resistenza ma risultano più difficili da lavorare in caso di danno.

Prima di procedere alla lucidatura, assicurati che la carrozzeria sia in vetroresina o alluminio, o in entrambe, e preparati ad operare in maniera diversa su questi materiali. 

Le differenze nella lucidatura tra alluminio e VTR sono:

  • I prodotti utilizzati: per l’alluminio dovrai far ricorso a prodotti come gli auto-polish o le cere comunemente utilizzati per le auto;
  • Il tipo di lucido presente: un prodotto troppo aggressivo può portare via la vernice, questa conferisce al pannello il giusto grado di brillantezza.

Il procedimento per lucidare camper in alluminio risulta molto simile a quello della vetroresina, anche qui valgono tre importanti fattori:

  1. Temperatura: non far surriscaldare la carrozzeria durante l’operazione;
  2. Movimenti circolari: esegui movimenti circolari quando applichi il prodotto per massimizzare l’efficacia del trattamento lucidante;
  3. A mano o a macchina: puoi andare di olio di gomito o lavorare rapidamente con una lucidatrice.

Una volta lucidata la carrozzeria, il tuo camper cambierà totalmente aspetto, ma cos’altro puoi fare per dare una svecchiata al tuo mezzo? Scoprilo nel prossimo paragrafo.

Ripristino della vetroresina ingiallita di camper: consigli per ringiovanire il tuo mezzo

Quando un camper comincia ad invecchiare, uno dei segni dell’età più evidenti è l’ingiallimento dei suoi esterni. Lucidare un camper ingiallito è un’operazione fondamentale per dare nuova vita alla tua casa su ruote.

Per ringiovanire al meglio il tuo camper, dovrai prima di tutto lucidare al meglio tutta la parte esterna seguendo la procedura descritta poc’anzi. 

In caso di forte ingiallimento, la lucidatura del camper in vetroresina può ridurre il giallo ma non sempre è una soluzione definitiva: per lucidare un camper ingiallito e ripristinare il bianco originale dovrai fare ricorso ad un carrozziere e procedere ad una riverniciatura completa.

Oltre alla lucidatura, il tuo camper avrà bisogno di diversi interventi per ritornare ai suoi vecchi fasti, ecco alcuni importanti consigli:

  • Lucida le parti in plastica ingiallite: elementi come maniglie o paraurti tendono ad ingiallire in maniera molto più evidente rispetto alla VTR. Per queste sarà necessario operare con una carta vetrata a grana fine e applicare uno strato di gel protettivo;
  • Rimuovi le righe nere sulla carrozzeria: particolarmente resistenti ai semplici lavaggi, le righe nere che si formano all’esterno del camper vanno trattate con uno sgrassante specifico. L’unica accortezza è quella di dosare al meglio questa tipologia di shampoo in quanto è molto aggressiva sul gelcoat;
  • Pulisci o rivernicia i cerchi: le ruote dei camper tendono a sporcarsi con grande facilità, questo è dovuto soprattutto all’azione dei freni a disco. Per la rimozione dello sporco dovrai armarti di pazienza e strofinare con uno spazzolino.

Tutte queste piccole operazioni contribuiranno a ripristinare la bellezza del tuo camper, che sembrerà appena uscito dalla fabbrica.

Quali sono i prodotti migliori per lucidare la vetroresina

Lucidare un camper in vetroresina è un duro lavoro ma, se ti servi dei prodotti giusti, il risultato sarà ben oltre le tue aspettative. 

La buona riuscita dell’intera operazione è determinata anche dalla pulizia preliminare. Per la prima pulizia dovrai servirti di un buon sgrassatore capace di bilanciare potere pulente e delicatezza. 

In seguito, dovrai scegliere prodotto utilizzare. Tra i consigliati troviamo:

  • Pasta abrasiva: garantisce un’ottima azione lucidante ma va utilizzata con parsimonia. Una pasta troppo aggressiva può eliminare totalmente il sottile strato di gelcoat che protegge la tua VTR dalle intemperie;
  • Cera per vetroresina camper: sul mercato sono disponibili diversi prodotti specifici per lucidare camper in vetroresina. In alternativa puoi optare anche per un polish per vetroresina di tipo nautico. Questi risultano molto resistenti e offrono grande protezione dall’acqua.

Il prodotto più indicato per i neofiti è il polish, in quanto risulta più facile da utilizzare e riduce il rischio di danni al gelcoat in quanto non ha un’azione eccessivamente aggressiva sulla carrozzeria.

A questi dovrai abbinare gli strumenti necessari, la scelta tra i soli panni e spugne ed il servirti di un attrezzo elettrico hanno un impatto diretto sul costo della lucidatura del camper.

L’ingiallimento della vetroresina non è l’unico segno dell’età del tuo camper? Visita la nostra sezione camper nuovi: qui potresti trovare la tua prossima casa su ruote.

Potrebbe interessarti anche..

Commenti

Nessuna risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi questo articolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email