Come scegliere un telaio per camper: tipologie, varianti e caratteristiche - Camperis

Come scegliere un telaio per camper: tipologie, varianti e caratteristiche

Il telaio per camper è quell'elemento di base su cui viene allestita la cellula abitativa
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Il telaio per camper è quella parte della struttura di un autocaravan su cui viene allestita la cellula abitativa.

Un camper, come si sa, è composto da una cellula abitativa, racchiusa all’interno della scocca, e da un autotelaio, ovvero la base meccanica di un veicolo commerciale sulla quale poi viene realizzato l’allestimento.

I veicoli commerciali che costituiscono la base del camper possono essere:

  • Furgonati;
  • Cabinati;
  • Scudati.

L’impiego di un tipo piuttosto che di un altro, dipende dal fatto che il veicolo ricreazionale da allestire sia un van, un camper mansardato, semi-integrale oppure un motorhome.

In questo articolo analizzeremo nel dettaglio il telaio di un camper, spiegandoti quali sono le tipologie esistenti in commercio e le caratteristiche da considerare nella scelta di quello migliore per il tuo mezzo.

Come scegliere il telaio per il proprio camper?

Il telaio o autotelaio, detto anche chassis, è quell’elemento della struttura di un camper che fissa il peso massimo, i limiti dell’ingombro, nonché – come abbiamo già visto in precedenza – le basi su cui verrà poi sviluppato e realizzato il progetto dell’allestimento.

Nella scelta del tipo di telaio per il proprio camper si può optare per due diverse varianti:

  1. Telaio Light;
  2. Telaio Heavy o Maxi.

Un esempio di telaio heavy è quello Fiat Ducato, commercializzato con l’indicazione di “Maxi”. La differenza sostanziale tra queste due varianti sta nella portata per cui possono essere omologati.

Il telaio heavy è omologabile anche per un veicolo con peso a pieno carico di 42 quintali, da guidare con patente C, ma che per i camper viene utilizzata in versione declassata a 35 quintali, per poter guidare il mezzo anche con patente B.

Invece, il telaio light di serie può avere una portata variabile da i 33 ai 35 quintali. Inoltre, mentre il telaio light può essere commercializzato con cerchi da 15’’ o 16’’, sul telaio heavy possono essere montati soltanto cerchi da 16’’, con un altezza da terra di poco superiore (circa 2,5 cm) a quella dei telai light.

Ultima differenza riguarda i freni, in particolare quelli posteriori. Quelli montati sul telaio heavy sono ovviamente maggiorati, dovendo sostenere un peso superiore di circa 60 Kg rispetto a quello light.

Da quali parti è composto un telaio

Un camper viene dunque realizzato a partire da un veicolo commerciale disponibile in diverse tipologie e varianti, di cui alcune espressamente progettate per essere adattate agli autocaravan.

È il caso del telaio cabinato, presente dei semintegrali e nei mansardati, o di quello scudato caratteristico dei motorhome dove anziché la cabina, è presente solo il cruscotto. Diverso è il caso dei furgoni che sono allestiti su un telaio furgonato di serie.

Al di là che si tratti di un telaio heavy o light, vi sono però caratteristiche comuni nella struttura per tutte le tipologie di autotelaio in commercio:

  • Passi;
  • Longheroni;
  • Traverse.

I passi si riferiscono all’interasse, ovvero alla distanza tra l’asse anteriore e quello posteriore delle ruote. Un passo corto è sinonimo di maneggevolezza, mentre uno lungo rende il veicolo più stabile.

Longheroni e traverse sono gli elementi che costituiscono la struttura a traliccio del telaio, simile a quella dei normali autocarri, con la sola differenza che – nel caso di un camper – la struttura è ribassata e alleggerita.

Tipologie di telai per camper più diffuse

La maggior parte dei camper in commercio utilizza come base meccanica veicoli commerciali leggeri che hanno una massa complessiva di 3500 Kg. Un peso che consente la guida del pezzo ai possessori di una comune patente B.

Tra le meccaniche disponibili oggi sul mercato e più diffuse nella realizzazione di autocaravan ci sono i telai:

  • Al-Ko;
  • Fiat Ducato CCS;

Telaio Al-Ko e Fiat Ducato sono indubbiamente le due tipologie di telaio di maggiore qualità ed affidabilità del mercato degli autocaravan.

Il telaio Fiat Ducato CCS per camper è un telaio con carreggiata allargata, progettato appositamente dalla Fiat per la camperizzazione dei veicoli commerciali, noto ed apprezzato per la sua robustezza.

I camper con telaio al-ko sono camper che impiegano appunto un telaio ribassato ideato e realizzato dalla Al-Ko, che molti allestitori utilizzano su diverse meccaniche, compresa quella Fiat.

Nei prossimi paragrafi vedremo nel dettaglio quali sono le caratteristiche ed i vantaggi di queste due diverse tipologie di telai.

Telaio Fiat Ducato per camper: caratteristiche e vantaggi

Fiat produce tre diversi Telai Ducato per camper: van, Chassis cowl o scusato e Chassis cab (cabinato), da cui i diversi produttori di camper realizzano camper van, motorhome, semintegrali o mansardati.

L’autotelaio Fiat Ducato per camper, indicato anche con la sigla CCS ovvero Camping Car Special, è un punto di riferimento nel mercato degli autocaravan, in quanto offre la base meccanica ideale per realizzare veicoli solidi, robusti e affidabili su strada.

La gamma dei telai Fiat Ducato per camper è molto ampia e comprende chassis con ben 5 passi e 5 diverse lunghezze, con vari pesi e motori, così da avere una soluzione perfetta ad ogni tipo di cellula abitativa camper e layout.

Tutte le diverse versioni di autotelaio Fiat Ducato sono caratterizzate da:

  1. Carreggiata posteriore allargata di circa 1980 mm (190 mm maggiore della carreggiata standard), per una maggiore tenuta su strada e più spazio trasversale nell’abitacolo;
  2. Pneumatici rinforzati e con resistenza ridotta al rotolamento, per ridurre i consumi di carburante;
  3. Barre antirollio, sia anteriori che posteriori, per dare maggiore stabilità al veicolo;
  4. Asse anteriore con molle di sospensione rialzate e rinforzate, soprattutto nei modelli heavy da oltre 42 tonnellate;
  5. Telaio ribassato di 15 cm, più leggero e funzionale.

Il telaio ribassato Fiat Ducato, consente un maggiore comfort abitativo ed un facile accesso a bordo del camper.

Telaio Al-Ko per camper: struttura e caratteristiche

Il telaio Al-Ko viene impiegato da varie meccaniche, come Fiat, Peugeot, Mercedes-Benz, Citroën e Volkswagen, per il comfort di guida, la sicurezza e la migliore aerodinamica che è in grado di offrire.

Questo tipo di telaio, comunemente chiamato anche telaio ribassato, viene di solito utilizzato per realizzare soprattutto camper di fascia alta. Ne sono disponibili sul mercato almeno 800 modelli differenti, con altezze di ribassamento, sospensioni e lunghezze diverse.

Il telaio AL-KO è dotato nella versione di serie di:

  1. Telaio ribassato di 22 cm, che permette di avere ridotta altezza di accesso, migliore aerodinamica e sicurezza di guida, nonché più spazio sotto il pavimento grazie all’installazione di un pianale a doppio fondo;
  2. Telaio in acciaio zincato a caldo ad alta resistenza e anticorrosione;
  3. Carreggiata posteriore larga dai 1717 mm fino ai 2100 mm, per i modelli più larghi;
  4. Sospensioni pneumatiche a ruote indipendenti e a barra di torsione;
  5. Molle di sospensione anteriori rialzate e rinforzate, per offrire una maggiore altezza da terra.

Le sue caratteristiche di costruzione offrono prestazioni su strada senza uguali, grazie soprattutto alla robustezza del telaio che è al contempo anche abbastanza leggero, per permettere di ottimizzare il peso del carico utile del camper.

Non esiste un miglior telaio per camper, tutti i telai moderni sono progettati per offrire sicurezza, stabilità e il massimo comfort possibile su strada.

Avendo bene in mente le caratteristiche di ogni tipologia, sarà indubbiamente molto più semplice scegliere il mezzo più adatto alle tue esigenze.

Visita il sito di Camperis e scopri la nostra offerta di camper nuovi e usati, quest’ultimi da acquistare anche a rate con la nostra formula Usato Facile.

Commenti

Nessuna risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi questo articolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email