Viaggiare in camper con bambini: consigli di viaggio ed itinerari - Camperis

Viaggiare in camper con bambini: consigli di viaggio ed itinerari

Viaggiare in camper con bambini può essere piacevole, ma anche complicato. L'importante è sapersi organizare.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Viaggiare in camper con bambini è sicuramente il modo più divertente per girare il mondo assieme ai più piccoli. Esplorare la natura, scoprire nuovi luoghi, e tutto a bordo di una piccola casa su ruote è un’idea che da sempre stuzzica la fantasia dei più piccoli.

Ai bimbi il camper piace tantissimo ed è, molto probabilmente, il modo più piacevole per viaggiare insieme a loro. Senza dimenticare, ovviamente, la praticità di avere tutti i comfort con sé al momento del bisogno.

Dalla richiesta impellente di uno spuntino, dove non c’è la possibilità di fermarsi ad acquistarlo, alla più elementare necessità di un cambio d’abiti improvviso: non c’è comodità più grande di avere sempre disponibile un armadio completo di tutto, un bagno sempre pulito ed una dispensa fornita.

Viaggiare assieme ai propri bimbi in camper può essere davvero un’esperienza indimenticabile, a patto però di saper organizzare al meglio il viaggio.

In questo articolo cercheremo di spiegarti come affrontare il primo viaggio in camper con i bambini e di darti i giusti consigli per rendere la tua vacanza su ruote a misura di bambino e trascorrere momenti unici con la tua famiglia.

Viaggiare in camper con bambini: quale modello scegliere?

Come per le automobili, anche per i camper esistono diverse tipologie di modelli. Tralasciando il van o furgonato, che è un tipo di camper più adatto ad un viaggio in coppia visto gli spazi ridottissimi, gli altri modelli di camper da menzionare sono:

  1. Semintegrale;
  2. Mansardato;
  3. Motorhome.

Oggigiorno i camper in commercio sono ultra sofisticati e dotati di ogni comfort possibile. Tuttavia, non tutti i camper possono ritenersi adatti ad una vacanza con bambini.

Il modello ideale per chi viaggia insieme ai più piccoli è molto probabilmente quello mansardato, dotato – come dice la parola stessa – di una mansarda posta sopra la cabina di guida.

Rispetto alle altre tipologie di camper, il mansardato ha un comfort abitativo molto altro, perché lo spazio interno è maggiore e perché permette di avere sempre a disposizione almeno 4 posti letto pronti ed una dinette ampia e vivibile.

Di contro, però, si tratta di un modello abbastanza alto ed ingombrante. Quindi, bisogna fare molta attenzione nel guidarlo, soprattutto su strade strette e tortuose, e nelle manovre di parcheggio.

Come organizzare il primo viaggio in camper con bambini

Se si tratta del primo viaggio in camper in assoluto con i propri bimbi, il nostro primo consiglio è quello di noleggiare il camper per un weekend, così da capire se questo nuovo concetto di vacanza si sposa con le esigenze della propria famiglia.

La vita in camper richiede grande flessibilità, spirito di adattamento agli spazi ridotti e massima organizzazione.

Nel caso ti stessi preparando alla prima vacanza su ruote con i tuoi bambini, ti possiamo suggerire di:

  • Pianificare un viaggio breve ed a pochi chilometri da casa;
  • Organizzare l’itinerario in modo da fare pochi chilometri ogni giorno, ed evitare così che si annoino;
  • Partire di notte, soprattutto se hai bimbi piccoli, così potranno dormire durante il viaggio;
  • Strutturare la vacanza in modo da unire un po’ di turismo stanziale e un po’ di turismo itinerante;
  • Non caricare il camper con oggetti inutili di cui non avrai bisogno.

Fai anche molta attenzione ad organizzare al meglio gli spazi e, soprattutto, alla sicurezza dei bimbi. In marcia, assicurati sempre che i piccoli siano ben alloggiati sui loro seggiolini, che devono essere sempre conformi alla normativa e alla loro età.

Durante la sosta, controlla sempre che i loro lettini siano protetti da sponde o, nel caso di neonati, da un paracolpi.

Cosa portare in camper quando si viaggia con bambini

Il camper è un po’ una piccola casa in miniatura e, come ogni casa, va attrezzata con tutto ciò che ritieni utile ed indispensabile, ma senza esagerare.

Le dimensioni ridotte ed i limiti di peso, infatti, non consentono di caricare eccessivamente il camper con oggetti ed accessori inutili e superflui. Perciò, fai attenzione a portare con te davvero lo stretto necessario e, soprattutto, a non dimenticare:

  • Kit di pronto soccorso e farmaci utili per la famiglia e per i piccoli (come quelli contro la nausea da mal d’auto o i repellenti per le zanzare);
  • Necessaire per l’igiene personale (salviette, pannolini, creme e saponi delicati);
  • Pasti già pronti o comunque gli alimenti preferiti dai tuoi bambini;
  • Giochi da fare al chiuso (quando piove) e all’aria aperta quando il clima lo consente;
  •  Indumenti a sufficienza, pratici ed adatti alla destinazione.

Sull’abbigliamento ti consigliamo di non esagerare, ma portare con te davvero l’essenziale. Nei campeggi ci sono lavatrici a disposizione per fare il bucato.

In alternativa, puoi comunque portare con te una bacinella, sapone di marsiglia, filo per stendere e mollette, e provvedere a bordo a lavare t-shirt e indumenti intimi, lasciando il grosso per le lavatrici a pagamento.

Se hai bimbi piccoli, ricorda che hanno molte più esigenze rispetto a quelli più grandicelli. Quindi, è sempre meglio essere previdenti, portandosi dietro tutti quegli oggetti che rendono la loro vacanza fuori casa più comoda possibile: dal riduttore per il wc al cuoci-pappa, da un biberon di riserva ad un passeggino confortevole.

Bimbi in camper: 7 consigli per un viaggio perfetto

Viaggiare in camper è già di per sé un tipo di vacanza che è sinonimo di libertà. E lo è ancora di più quando si viaggia con i bambini.

La vacanza on the road è l’ideale per stimolare la loro curiosità, per renderli partecipi di scelte “da grandi” e, soprattutto, è un’occasione formativa impagabile perché consente loro di vedere tanti posti e conoscere cose nuove.

Non di meno, la vacanza in camper ti consente di gestire la vita a bordo ed en plein air secondo le tempistiche e le abitudini dei tuoi bambini, senza sconvolgere troppo i loro ritmi soliti.

Se vuoi rendere il viaggio in camper con la tua famiglia ancora più piacevole e rilassante, ecco alcuni consigli utili che dovresti assolutamente seguire:

  1. Fai sempre una check list delle cose che restano a bordo, dopo l’ultimo viaggio, e di quello che ti serve per la prossima vacanza, così da essere pronti per ogni evenienza;
  2. Pianifica l’itinerario da fare prima della partenza, coinvolgendo nei preparativi anche i bambini;
  3. Programma il viaggio in modo da fare più tappe possibili;
  4. Intrattieni i bimbi in marcia, con canzoncine, giochini o storie sui luoghi verso cui siete diretti;
  5. Scegli aree di sosta ben attrezzate e campeggi a misura di bambino;
  6. Coinvolgi i bambini nei compiti, doveri e responsabilità della vita a bordo del camper;
  7. Scegli mete che possano destare la curiosità dei più piccoli.

Ed a proposito di mete di viaggio, nel prossimo paragrafo ti daremo qualche indicazione su dove andare in camper con i tuoi bimbi.

Weekend in camper con i bimbi: dove andare?

Per i più piccoli il viaggio in camper è sempre sinonimo di avventura e divertimento. E, quindi, la scelta della destinazione dovrebbe rispondere soprattutto a queste caratteristiche. Di luoghi da visitare, in Italia o all’estero, ce ne sono tantissimi.

L’importante è scegliere una meta che sia di gradimento per i più piccoli, che dovranno essere sempre coinvolti nella scelta dell’itinerario che farete.

Per un weekend lungo o di pochi giorni, l’ideale è sempre rimanere entro i confini nazionali. Gli itinerari da fare in camper in Italia con bambini, sia in estate che in inverno, sono tantissimi

L’Italia, per fortuna, offre tantissime possibilità e luoghi indimenticabili, ecco tre idee di itinerario:

  • Val Pusteria (Trentino Alto Adige);
  • Parco di Pinocchio a Collodi (Toscana);
  • Bosco Incantato a Ostana, CN (Piemonte).

Visitare le Dolomiti in camper i bambini è un’esperienza unica, che consentirà loro di essere a stretto contatto con la natura, di fare tante passeggiate ed attività ludiche interessanti.

La Toscana in camper con bambini offre tanti parchi faunistici, didattici e ludici perfetti per una vacanza di pochi giorni con i più piccoli, come il parco di Pinocchio a Collodi.

Se, invece, vuoi visitare il Piemonte in camper con i bambini, tra le strade del riso e una gita in riva ai tanti laghi della regione, non dimenticare di dirigerti al Bosco Incantato a Ostana, nell’alta valle del Po, un’esperienza unica di totale immersione nella natura.

Ora che sai come viaggiare in camper con i bambini, non ti resta che pianificare il prossimo viaggio.

Visita il sito di Camperis e scegli tra tutte le nostre proposte di camper usati e nuovi, il veicolo più adatto alle esigenze della tua famiglia.

Se invece sei alla prima esperienza e vuoi capire se la vita en plein air faccia al caso tuo e dei tuoi bambini, puoi sempre optare per il noleggio di un camper.

In ogni caso, con i nostri consigli, viaggiare in camper con bambini sarà sicuramente molto più semplice.

Hai domande vuoi condividere con noi ed i tuoi amici camperisti qualche consiglio per affrontare il viaggio con i più piccoli? Scrivici pure nei commenti.

Commenti

Nessuna risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi questo articolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email