Quanto contano le dimensioni del camper nell’esperienza di guida - Camperis

Quanto contano le dimensioni del camper nell’esperienza di guida

Grandi o piccole che siano le dimensioni di un camper possono incidere notevolmente sull'esperienza di guida
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Le dimensioni del camper possono migliorare l’esperienza di guida?

La risposta è sì, sotto un duplice aspetto. Uno più strettamente legato alla guida, l’altro invece da un punto di vista più pratico.

Quando si sceglie il camper da acquistare, lo si fa sempre tenendo in considerazione le esigenze di vivibilità e, soprattutto, il numero dei passeggeri a bordo. Spesso ci si lascia sedurre dalla bellezza e dal lusso dei modelli di camper grandi, che di sicuro sono più spaziosi e confortevoli.

Tuttavia, non sempre comodità fa rima con praticità.

Viaggiare con un camper di dimensioni compatte non vuol dire rinunciare ad ogni comfort, ma semplicemente adattarsi ad una dimensione contenuta che comporta notevoli vantaggi. Vantaggi che nel complesso possono migliorare decisamente l’esperienza di guida.

Continua a leggere l’articolo per conoscere i pro dei camper piccoli dalle dimensioni compatte.

Perché le dimensioni del camper possono incidere sulla guida?

I camperisti alla prima esperienza orientano la loro scelta su camper molto grandi, sia in termini di dimensioni che di posti letto. Posti letto che spesso sono anche in più di quelli che gli occorrerebbero in realtà.

Questo perché l’aspetto dell’altezza e della larghezza massima di un camper, viene quasi sempre considerato nell’ottica di una maggiore comodità, e difficilmente nell’ottica delle prestazioni del veicolo su strada e delle problematiche in cui si potrebbe incorrere.

Vediamo, quindi, nel dettaglio come altezza, larghezza e lunghezza di un camper possono incidere sulla tua esperienza di guida:

  1. L’altezza di un camper, di solito intorno ai 3 metri ma anche di più per i mansardati, potrebbe costituire un problema in presenza di ostacoli orizzontali come, ad esempio: balconi, cavi elettrici, sporgenze e rami di albero;
  2. La lunghezza del camper, invece, potrebbe creare di problemi in alcuni momenti in particolare, come i rientri dopo i sorpassi, nelle retromarce e nelle manovre in generale;
  3. La larghezza di camper, eccetto che per i motorhome, risulta maggiore nella parte posteriore, perciò bisogna fare attenzione quando si passa su strade particolarmente strette.

In quest’ultimo caso, ad esempio, un buon riferimento visivo sono gli specchietti retrovisori: se riescono a passare loro, allora riuscirà a passare in larghezza anche tutto il camper. Purché si tratti comunque di una strada rettilinea.

Quali sono le problematiche connesse alle dimensioni di un camper a 6 posti

Prendiamo, come esempio, le dimensioni di un camper mansardato a 6 posti che si aggirano intorno ai 6,99 metri di lunghezza. Si tratta di dimensioni notevoli che, indubbiamente, si traducono in spazi interni più vivibili.

Ma, una domanda da porsi è: quanto le dimensioni possono realmente incidere sulla guida? Nel caso dei mansardati, ad esempio, è tanto. Si tratta, infatti, di camper

  • Poco aerodinamici;
  • Più lenti;
  • Con consumi più alti.

Senza contare che, spesso, maggiore ingombro vuol dire anche minore stabilità, con conseguenti problemi sulla sicurezza. Da un lato, un camper lungo più di 6 metri è sicuramente molto più confortevole di un camper sotto i 5 metri.

D’altro canto, però, un camper molto grande potrebbe incorrere in alcune problematiche che vanno tenute in considerazione nel momento di scegliere il modello più adatto per noi.

Cerchiamo di fare il punto in questo elenco:

  1. Limitazioni del Codice della Strada, secondo cui i veicoli lunghi più di 7 metri non possono viaggiare in autostrada sulla terza corsia;
  2. Parcheggi, svolte e manovre, possono risultare difficoltosi soprattutto in spazi ristretti dove aumenta il rischio di danneggiare la carrozzeria del camper;
  3. Altezza, un’altezza eccessiva potrebbe costituire un ingombro quando bisogna transitare sotto ponti o all’interno di gallerie;
  4. Vento forte, può rendere difficoltosa la guida in caso di grandi dimensioni che creano una maggiore resistenza;
  5. Prezzi per il trasporto marittimo, la lunghezza del mezzo può incidere notevolmente sul costo del biglietto di un traghetto o di una nave.

Non meno importante, la questione peso. Più il camper è grande, più pesa. Ed un peso eccessivo può determinare il sovraccarico, che come ricordiamo sono punite dalla legge con sanzioni pecuniarie.

In generale, i camper grandi sono guidabili allo stesso modo di quelli più compatti. Gli unici problemi, insomma, possono sorgere sulla manovrabilità e sulla maneggevolezza in situazioni particolari, come strade strette o di montagna, svolte e parcheggi.

Vediamo nel prossimo paragrafo, quali possono essere i pro di viaggiare in un camper piccolo.

5 vantaggi dei camper sotto i 6 metri 

Dopo aver visto i punti a sfavore delle dimensioni grandi di un camper, cerchiamo di capire quali sono, invece, i punti a favore di un camper piccolo.

Per camper piccolo intendiamo un camper lungo tra i 5 ed i 6 metri, solitamente un furgonato o un semintegrale. Si tratta di camper con cui scendere a compromessi in termini di spazio interno e di comfort, ma che offrono diversi benefici sia alla guida che nella gestione delle soste.

In caso di un equipaggio composto da una coppia di persone oppure da due persone adulte ed un bambino, limitare lo spazio vivibile nel camper al di sotto dei sei metri di lunghezza, potrebbe rivelarsi una scelta azzeccata.

In generale, i 5 vantaggi di un camper piccolo possono facilmente essere riassunti in:

  1. Maneggevolezza e semplicità di guida;
  2. Maggiore stabilità e sicurezza su strada;
  3. Consumi di carburante ridotti;
  4. Costi ridotti a bordo dei traghetti, nei parchetti e in alcune piazzole di sosta all’estero;
  5. Facilità di posteggio anche in sosta libera.

Un altro aspetto da non sottovalutare, poi, è la buona commerciabilità e rivendibilità di un mezzo compatto, grazie all’alta richiesta di camper usati compatti a fronte di un’offerta minore.

Perché in Italia i veicoli ricreazionali circolanti lunghi meno di sei metri costituiscono una minoranza.

Perché scegliere un camper compatto?

Perché allora bisognerebbe scegliere un camper compatto? Ovviamente la scelta è sempre soggettiva, così come la percezione di comodità e di dimensioni “grandi” o “piccole”.

Indubbiamente, nella scelta è determinante anche il tipo di vacanza che si intende fare a bordo del proprio veicolo ricreazionale. I camper compatti sono, infatti, la soluzione ideale per equipaggi che amano la vacanza itinerante o che prediligono toccate e fughe nei week-end.

Comunque, riassumendo, i motivi per cui un camper compatto può rivelarsi la scelta migliore per te sono:

  • Facilità di guida;
  • Maggiore dinamicità su strada;
  • Stabilità e sicurezza dell’equipaggio;
  • Minimo ingombro e design discreto;
  • Possibilità di percorrere strade di montagna o strade più impegnative per un mezzo più grande;
  • Consumi di carburante ridotti;
  • Garanzia di poter parcheggiare il proprio veicolo ovunque e zero difficoltà in caso di rimessaggio in garage.

Ora che sai quanto contino le dimensioni di un camper, hai a disposizione molte più informazioni per scegliere con consapevolezza qual è il modello più adatto alle tue esigenze.

Visita il sito di Camperis e scopri tutta l’offerta di camper nuovi ed usati disponibili in pronta consegna.

Potrebbe interessarti anche..

Commenti

Nessuna risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi questo articolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email