ULTIME DAL BLOG

  • Manutenzione camper: cominciamo dalle basi

    Manutenzione camper: cominciamo dalle basi

    Il camper è sicuramente la scelta migliore per chi desidera viaggiare in libertà e godersi il paesaggio, in compagnia di tutta la sua famiglia. Noleggiare o acquistare un camper richiede però attenzione e moltissima manutenzione del mezzo in questione, soprattutto…Leggi Tutto...

Scozia in camper: un viaggio dove la natura è protagonista

Se anche tu, ti sei innamorato della Scozia con Braveheart, sicuramente questo nostro articolo di oggi ti farà molto piacere leggerlo. Il film narra di una Scozia del XIII, quando ancora Re e combattimenti, erano i protagonisti di questa meravigliosa terra dal tempo pazzo.

In realtà, sebbene Braveheart fosse solo un film, raccontava di un paese fortemente legato alle sue tradizioni e questo, nella realtà e con il tempo non è cambiato. Ancora oggi, camminando per le strade di Edimburgo, Glasgow e altri più piccoli centri scozzesi, puoi ritrovare quella stessa passione di una volta. Visitare la scozia in camper è sicuramente una scelta molto azzeccata, anche perché probabilmente è uno dei pochi modi in cui si può veramente apprezzare la bellezza di quel verde sconfinato e di quei laghi che, sovrani, regnano da tempo immemore in quei bellissimi panorami.

La Scozia non è immensa e girarla in camper non è così impossibile da fare in 10 giorni, chiaramente con un ritmo molto serrato di viaggio. Se vuoi prendertela più comoda, perché magari viaggi accompagnato da bambini, una quindicina di giorni sono l’ideale.

Non tutti se lo ricordano, ma la guida nei paesi anglosassoni è a destra, e non è un dettaglio da poco, soprattutto se sei neo camperista. Il consiglio, perciò, è di avventurarsi in questo viaggio con un po’ più di informazioni, sia concernenti alle caratteristiche del camper che prenderai a noleggio, sia del codice della strada. Nel Regno Unito, la guida non è presa a cuor leggero e qualsiasi infrazione, è punita molto severamente.

Stai andando a visitare una terra molto antica, popolata da persone che non tollerano chi non rispetta la legge. Ricorda che lì vige ancora la monarchia e il senso di riverenza nei confronti delle loro autorità è molto forte. Vai in Scozia per immergerti nella serenità di parchi verdeggianti, paesaggi silenziosi e leggende sparse un po’ ovunque, legate molto alla sacralità del loro credo, interrotta solo dal brusio di amanti del whisky e della birra in caratteristici pub del luogo.

Se vuoi modernità e innovazione è a Glasgow che devi andare, seguita poi solo da Edimburgo, la capitale. La vita lì è un po’ differente dai piccoli centri silenziosi scozzesi, dove radunarsi la sera al cimitero, è l’attività preferita da adolescenti nerd in cerca di emozioni forti.

Scozia in Camper: Edimburgo e Glasgow

Edimburgo è la capitale della Scozia, ma non per questo è la città più grande, semplicemente è la più visitata. Si prevede che tu il camper lo noleggi direttamente in Scozia, anche perché la guida è a destra, quindi non hai molte alternative.

viaggiare in camper in Scozia

 

Non in molti ne sono consapevoli, ma l’Inghilterra e la Scozia sono molto ben attrezzate per il campeggio e per le aree sosta camper. Non sono moltissime, quindi ti devi informare molto bene prima di partire, ma sono ben gestite. Un altro dettaglio che devi considerare, è che molti noleggiatori di camper si trovano fuori dalle città principali, quindi prima devi capire dove si trovano e non è sempre semplicissimo.

Il tuo viaggio con noi inizia ad Edimburgo, la quale è caratterizzata da un’atmosfera molto affascinante, perché tetra di sera, ma serafica di giorno. La Scozia è un paese piovoso e il tempo lì, è come Marzo da noi: pazzo. Piove e c’è il sole almeno 3 o 4 volte al giorno, fino a che non arriva il buio. Altro piccolo dettaglio, nessuno usa gli ombrelli nei paesi anglosassoni, o meglio, è molto raro.

Edimburgo si divide in due parti, la Old Town e la New Town. La prima parte è caratterizzata da costruzioni medievali e architetture gotiche, tipiche anche dei film storici ambientati in Scozia. La seconda parte, New Town, è invece molto più moderna, piena di palazzi residenziali, parchi e giardini ben curati, che differentemente raccontano un’epoca più elegante, ovvero quella georgiana.

Edimburgo saprà sorprenderti, affascinarti con la magia tipica di un film fantastico, dolce e malinconica allo stesso tempo. La Scozia è un luogo da visitare in camper con i bambini, anche per questa caratteristica, perché coinvolge i loro sensi e i loro occhi meglio di un film. Girare la scozia con i tuoi figli, sarà come farli immergere in una fiaba, piena di odori e sapori. A questo proposito la tappa che devi assolutamente includere nel tuo viaggio è il noto castello di Edimburgo, una delle fortezze più famose della scozia, situato su una roccia di origine vulcanica. Dal castello potrai ammirare un panorama mozzafiato, e inoltre è anche il simbolo per eccellenza dell’Edimburgh International Festival.

Il tuo viaggio con noi prosegue prosegue per Glasgow, la città che ha rivendicato la sua terra dopo tanti anni in cui era stata considerata un luogo povero, centro di disoccupazione e violenza. Se ti piacciono le città moderne, sappi che Glasgow è la capitale del design e della cultura. Architettura, cultura, musei, e scienza sono le protagoniste indiscusse del turismo a Glasgow.

 

scozia in camperEcco cosa vedere a Glasgow:

  • George Square;
  • La Cattedrale di Glasgow;
  • Burrell Collection;
  • Science Centre;
  • Glasgow School of Art.

Viaggio in Scozia in camper: tra parchi e campi verdi

parco scozia in camper

La seconda parte del nostro viaggio è tutta incentrata sulla vecchia Scozia, caratteristica proprio per i suoi prati verdi, i suoi innumerevoli laghi e i suoi castelli.
Dopo Glasgow, continuiamo il nostro tour e ci fermiamo a fare una visita al Loch Lomond, il più grande lago della Gran Bretagna. Una precisazione geografica c’è da fare. In questa prima parte del nostro viaggio, non ci siamo ancora addentrati pienamente nella vera Scozia, dobbiamo ancora inoltrarci un po’, prima di sentire davvero il profumo vero di questa terra.

Ad ogni modo il lago di Loch Lomond, merita una visitina, poiché si trova nelle Lowlands, ovvero nella Scozia meridionale e la sua sponda orientale fa parte del Queen Elizabeth Forest Park. Se sei amante dello sport e hai tempo, sappi che qui potrai dedicarti a fantastiche escursione in kayak, in canoa e a piedi lungo le sponde del lago.

Il nostro viaggio nel verde scozzese continua, e tra una sosta in qualche tipica locanda del luogo, un pisolino dopo un bicchiere di whisky, tipico di questo paese, ci dirigiamo verso il Parco Nazionale dei Cairngorm, una tappa imprescindibile per gli amanti della natura.

Cairngorm sciare in scozia viaggio in scozia in camper

Il parco si anima di foreste, montagne, sentieri, fiumi, laghi, zone naturali, villaggi amichevoli e distillerie, che rappresentano di sicuro una fermata obbligatoria, tra un’escursione ed un’altra. Se visiti la Scozia in inverno, i Cairngorm, ti aspettano. Si tratta di cinque, delle sei montagne più alte del Regno Unito, che si trovano all’interno del parco e che superano tutte i 900 metri. Ne hai di attività da fare qui, potresti investire anche 3 giorni del tuo viaggio solo per visitare questo parco, o almeno i punti salienti.

Immancabile tappa è Inverness, nei pressi del noto lago di Loch ness. Si tratta della capitale delle Highland, dove le più storiche battaglie di cui avrai sentito parlare in qualche documentario o che avrai letto su qualche guida del posto, hanno avuto luogo. Una breve visita a Inverness e poi ci dirigiamo a Loch ness.

Devi sapere che questo è un lago come un altro, ma è stato la leggenda del mostro che lo ha reso celebre. Il popolo anglosassone è molto bravo a dare valore a quello che ha, e la storia di Loch Ness, ne è un esempio.

lago di loch ness in scozia viaggiare in camper in scozia

Quello che c’è da sapere è che il lago è profondo 230 metri, si estende per 37 chilometri e che puoi dedicarti a tranquille passeggiate, pic-nic e tante altre attività all’aperto godendoti il panorama. Chiaramente, una gita in barca con i bambini, se li hai, sul lago è d’obbligo. Solo il fatto che potranno raccontarlo ai compagni di scuola, perché ancora vivi nonostante il temuto mostro degli abissi del lago, è una storia incredibile.

La Scozia in camper ha molto da offrire ai turisti curiosi, quelli che non si fermano alla semplice visita dei luoghi noti, ma vanno un po’ oltre. Tutto quello che serve per viaggiare è il tempo, se ne hai, non c’è niente che tu non possa fare.

Il mondo si può vedere anche con lo zaino in spalla, tutto dipende da quanti sacrifici sei disposto a fare, ma girarlo in camper ha un sapore diverso, che consigliamo a tutti.

A questo proposito è bene che tu sappia, che in Scozia non puoi sostare dove vuoi, nonostante l’apparente assenza di esseri umani nei dintorni. Devi comunque chiedere il permesso al proprietario del terreno; ma se non è per questo motivo che non puoi sostare, che potrebbe anche essere superato, è per il fatto che non conosci le potenzialità del terreno umido della Scozia. Puoi restare impantanato con il camper e allora sì, che la prima opzione legata alla seconda, diventa un problema.

La soluzione? Informati bene sulle aree di sosta per camper disponibili, programma le tue tappe e viaggia sereno.

Se la Scozia per ora è una meta troppo difficile da prevedere nei tuoi futuri programmi di viaggio, hai sempre l’Italia. Noleggia un camper con noi e parti alla scoperta della tua terra. 

Scozia in camper: un viaggio dove la natura è protagonista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *