Come pulire il camper: consigli per la pulizia e la manutenzione del proprio mezzo - Camperis

Come pulire il camper: consigli per la pulizia e la manutenzione del proprio mezzo

Alcuni consigli utili per pulire il camper sia all'interno che all'esterno
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

La pulizia del camper è un’operazione di manutenzione del proprio mezzo ricreativo da effettuare periodicamente e, soprattutto, al ritorno da un viaggio abbastanza lungo. Sarebbe buona prassi, infatti, pulire il camper a fondo, prima di riporlo in garage, in attesa di utilizzarlo di nuovo.

Pulire il camper esternamente ma, soprattutto, internamente, compresi serbatoi e tubature, è fondamentale, perché ti aiuta a: 

  1. Mantenere alta l’efficienza del veicolo;
  2. Assicurare al mezzo un ciclo di vita più lungo;
  3. Preservare la bellezza del veicolo sia all’interno che all’esterno.

Per ogni vero camperista che si rispetti il camper è come se fosse una seconda casa. Un luogo dove trascorrere del tempo di qualità con la propria famiglia, fedele compagno di viaggio.  

Vediamo dunque come mantenere pulito e accogliente il proprio camper, in attesa di partire per nuove straordinarie avventure.

Come pulire il camper all’esterno

Partiamo dall’esterno, che come l’interno e i serbatoi, andrebbe pulito ogni qual volta si ritorna da un lungo viaggio.

Evita di lavare il camper con l’idropulitrice, in quanto il getto troppo potente potrebbe rovinare la carrozzeria o infiltrarsi all’interno creando danni alla struttura.

I tuoi migliori alleati in questa operazione saranno acqua tiepida, detergenti sgrassatori non troppo aggressivi e uno spazzolone. Meglio se con con prolunga che ti potrà tornare utile nel caso tu non sappia come pulire il tetto del camper.

 Come pulire esternamente un camper:

  •  Insapona il camper per zone, eviterai che il sapone si asciughi prima di essere risciacquato, ottenendo un risultato più omogeneo;
  • In caso di sporco accumulato, utilizza specifici prodotti per pulizia del camper esterno, come lo sgrassatore per le righe nere;
  • Non sfregare con spugne abrasive per eliminare lo sporco, ma dotarsi di panni morbidi
  • Non direzionare il getto di acqua verso le griglie del boiler e del frigorifero, e le finestre, perché l’acqua potrebbe causare infiltrazioni o allagamenti all’interno;
  • Lava la parte inferiore del camper per eliminare le incrostazioni di terra, sabbia e altri residui. In questo caso puoi ricorrere ad un’idropulitrice perché non ci sono rischi particolari.

Per una pulizia del camper ancora più approfondita, ti consigliamo di oliare porte, finestre, gavone e piedini di stazionamento.

Smonta anche la ruota di scorta: lavala, controlla la pressione e, se necessario, procedi ad piccola gonfiata.

Come pulire il camper all’interno

Una volta terminata la pulizia esterna del camper è tempo di passare a quella interna. Per i mobili, la cucina e le finestre, basta adottare lo stesso metodo di pulizia che si utilizza per gli ambienti della propria casa.

Inizia quindi con una passata di aspirapolvere, cercando di arrivare dietro ad ogni angolo possibile, dentro ai mobili e anche nel gavone, in modo da essere sicuro di aver eliminato completamente polvere, sporcizia e briciole che potrebbero attirare animali.

Successivamente, procedi alla pulizia vera e propria e alla sanificazione di tutte le superfici più esposte con appositi prodotti per la pulizia del camper, senza trascurare quelle che sono le aree critiche di un camper, ovvero:

  • Dispensa: svuotala completamente, elimina i prodotti scaduti o aperti, così da non lasciare avanzi di cibo che possono attirare insetti ed altri animali indesiderati;
  • Tessili, cuscini e materassi: lava, almeno una volta all’anno, tende, materassi, cuscini, fodere e tutte le parti rivestite di stoffa del camper. In alternativa, puoi optare per l’utilizzo di un vaporizzatore;
  • Zanzariere: smonta il telo e lavalo con una soluzione di acqua e aceto. Se non puoi farlo, utilizza un aspirapolvere per rimuovere eventuali residui, e poi passa un panno inumidito di acqua e aceto o sapone neutro;
  • Frigorifero: svuotalo, smonta tutti i ripiani e le parti dello sportello e lavale con acqua e aceto. Una volta pulito non lasciare il frigorifero chiuso, così da far circolare l’aria ed evitare la formazione di odori sgradevoli;
  • Bagno e cassetta del WC: la cassetta andrebbe pulita ogni volta che viene utilizzata. Estraila dalla sua sede, svuotala negli appositi scarichi e puliscila con specifici prodotti per pulire il bagno del camper.

Come pulire il serbatoio acqua del camper

Una buona pulizia interna del camper non deve assolutamente limitarsi alle sole superfici visibili. Anche i serbatoi e gli scarichi, infatti, necessitano di costante manutenzione e pulizia.

La prima cosa da fare, ovviamente, è svuotarli adeguatamente, perché vi si possono annidare batteri e sporcizia. Solo dopo potrai procedere alla completa disinfestazione del camper e dei serbatoi.

  1. Svuota completamente il serbatoio tramite lo scarico e l’apertura di tutti i rubinetti;
  2. Pulisci le pareti e le superfici sfregando in maniera energica con una spugna, in modo da rimuovere residui ed alghe;
  3. Versa il prodotto sanificante igienizzante direttamente nel serbatoio e riempirlo serbatoio di acqua potabile, ricordandoti di aprire i rubinetti così che agisca anche nei tubi;
  4. Chiudi tutto e lascia agire il prodotto per almeno tre ore.
  5. Concludi l’igienizzazione degli scarichi, facendo un piccolo giro con il camper, in modo che l’acqua si muova nel serbatoio raggiungendo e disinfettando ogni parete;
  6. Lascia agire i prodotti per una giornata intera;
  7. Fai scorrere l’acqua svuotando completamente il serbatoio.

Pulisci spesso anche il serbatoio delle acque grigie con prodotti disgreganti. Questo tipo di prodotti sono utili a sciogliere i rifiuti solidi, facilitandone lo smaltimento ed evitando che la cellula abitativa sia invasa da cattivi odori.

Concluse tutte le operazioni di pulizia del camper all’interno e all’esterno, il tuo veicolo è pronto per essere riposto in garage. Con una pulizia così accurata, sarai certo di ritrovare il tuo camper perfettamente ordinato, profumato e pronto all’uso per la prossima vacanza.

Non sai come pulire il camper all’esterno e all’interno o hai bisogno di altri consigli in proposito? Scrivici nei commenti e ti daremo qualche dritta più specifica a seconda del tuo problema.

Se vuoi invece sostituire il tuo veicolo vecchio con un camper nuovo, o magari acquistare un camper di seconda mano scopri i nostri camper usati.

Commenti

Nessuna risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi questo articolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email