ULTIME DAL BLOG

Devi occuparti del lavaggio del camper? 10 consigli utili per te

Sei tornato da poco dalle vacanze, e hai rimandato il lavaggio del tuo amato camper? 

Certamente un consiglio che ci sentiamo di darti subito, è quello di non aspettare più di due giorni per lavare il camper. Polvere, insetti come formiche – magari attratti dalle briciole – e cattivi odori, potrebbero diventare i nuovi abitanti del tuo veicolo abitativo. 

Lavare il camper sia all’interno che all’esterno è fondamentale, perché aiuta: 

  • Ad aumentare la durata negli anni del veicolo;
  • A mantenerlo bello sia all’interno che all’esterno;
  • Ad evitare che diventi un veicolo abitativo troppo decadente.

Come lavare un camper: dieci consigli

Il camper è una seconda casa per molti camperisti, e infatti in tanti preferiscono evitare di affidare il lavaggio a un autolavaggio per camper. 

Ti elenchiamo subito i nostri dieci consigli: 

  1. Il camper è di tutti coloro che ci hanno viaggiato, quindi tutti devono collaborare alla sua pulizia. Questo è il primo consiglio che ci sentiamo di darvi, non di carattere pratico certamente, ma è importante che tutti contribuiscono;
  2. Svuota il camper di tutto ciò che c’è all’interno, in tutti i mobili. Se hai sempre mantenuto l’ordine durante i tuoi viaggi, dovrebbe essere molto semplice da fare questa operazione;
  3. Dotati di un aspirapolvere, sia quello grande che quello piccolo, per aspirare proprio tutto quello che c’è in ogni angolo del camper;
  4. Utilizza specifici detergenti e detersivi per il camper, non risparmiare su questo. Molte marche che sono in commercio e che vanno bene per la casa, non sono invece adatte alle superfici dei camper;
  5. Sgrassa l’interno del frigorifero e lascialo semi chiuso durante il periodo di inattività. Mai del tutto chiuso o si formeranno cattivi odori;
  6. Lava serbatoi e scarichi, ovviamente dopo averli adeguatamente svuotati. È importante attuare una completa sanificazione dei serbatoi del camper;
  7. Evita di lavare il camper con idropulitrice. Dotati invece di secchi, acqua tiepida e detergenti per automobili. Ma soprattutto di tantissima pazienza;
  8. Non utilizzare spugne ruvide per strofinare lì dove il camper è più sporco, ma usa invece dei panni morbidi;
  9. Ricordarti di non direzionare mai il getto d’acqua verso le griglie del boiler e del frigorifero, in quanto si possono creare pericolosissime infiltrazioni;
  10. Lava la parte inferiore del camper, ricordandoti anche che è importante lavare e ri-gonfiare la ruota di scorta. 

Non dimenticare di tenere ben pulite anche tutte le superfici dei mobili. 

Prima di riporre il camper in garage in attesa del tuo prossimo viaggio, è doveroso fare tutti i controlli del caso, per vedere se ci sono parti lesionate o che vanno sostituite. Ti ricordiamo di muoverti sempre per tempo quando si tratta di queste verifiche. 

A questo link puoi scaricare la guida dei controlli. Il camper sul quale viaggi deve essere sicuro, oltre che pulito. 

Hai trovato utile il nostro articolo? Hai consigli ulteriori da dare ai camperisti meno esperti? Scrivicelo nei commenti. 

Devi occuparti del lavaggio del camper? 10 consigli utili per te

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *