ULTIME DAL BLOG

Vacanza ideale: Claudia ed io eravamo indecisi tra camper e roulotte

La scelta delle vacanze è sempre molto soggettiva, c’è chi preferisce lasciarsi andare ad una decina di giorni di relax totale, magari immersi nel verde ma a bordo di una piscina serviti e riveriti e chi, differentemente, ama l’avventura e desidera spostarsi più spesso nel corso della vacanza.

Io per esempio fino a qualche anno fa viaggiavo spesso in moto ed ero equipaggiato con tende super accessoriate, anche se non ingombranti. Adoravo trascorrere del tempo in solitaria nelle zone di sosta di bellissimi boschi. Ero un climbers, passavo gran parte del mio tempo a sfidare il mio corpo, arrampicandomi su pareti rocciose e arrivando ad altezze da capogiro.

Negli ultimi anni però la mia vita è cambiata e le motivazioni sono due:

  • L’età che avanza e che non mi permette di trascorrere nottate intere in boschi umidi, dormendo solo 6 ore a notte e poi passando tutto il giorno ad arrampicare;
  • Il fatto che mi sono innamorato di Claudia, incontrata in un raduno di climbing e ora abbiamo due figli, Giorgio e Francesco.

Adoro il climbing ma oggi, se lo voglio fare, devo organizzarmi bene e soprattutto riposare a sufficienza in un luogo caldo e asciutto.

Inoltre, ora ho famiglia e i miei piccoli mostri vogliono imparare ad arrampicare. Claudia non vuole nemmeno sentire nominare la parola tenda, sostiene che abbiamo passato i 35 anni e ora abbiamo altre priorità, in special modo con i piccoli.

viaggiare in camper o in roulotte?

Lei, però, come me è un amante della natura e sebbene non sia più quella di una volta, in grado di dormire sulla spiaggia in sacco a pelo senza risentirne con la schiena, adora insegnare ai nostri figli il rispetto per la natura; inoltre è una climbers come me e ci divertiamo, insieme, ad insegnare ai nostri figli questa disciplina sportiva.

Esattamente 5 anni fa, ci siamo ritrovati a scegliere su come trascorrere le vacanze.

Eravamo diventati genitori e i bambini avevano 3 e 4 anni; eravamo stati costretti a passare i primi anni delle nostre vacanze, da neo mamma e papà, in modo comodo e programmato.

Abbiamo deciso, così, di iniziare tutta la famiglia, ad uno nuovo stile di vita.

Devo dire che i bambini adorano viaggiare, spostandosi in continuazione. Come dicevo 5 anni fa fummo costretti a decidere: compriamo un caravan o proprio un camper?

Non avevamo tantissimi soldi da investire, anche se la somma era abbastanza per entrambe le decisioni. Tendenzialmente il camper costa molto di più, anche per ciò che concerne la manutenzione.

Lavoro come commercialista e la mia compagna ha un suo centro di yoga. I soldi non ci mancavano allora ma non potevamo definirci ricchi. Ci facemmo consigliare da molti specialisti, leggemmo tanto e confrontammo i prezzi.

Vacanza ideale: in Roulotte o in Camper? Abbiamo impiegato 6 mesi a prendere questa decisione

Dopo un’attenta analisi di mercato, delle offerte migliori e della valutazione dei costi di manutenzione optammo per il Camper.

La motivazione fu semplice, volevamo iniziare a concepire il nostro tempo libero in modo completamente diverso: le vacanze dovevano essere un momento di avventura, ma avendo due bambini piccoli non potevamo permetterci di pensare a troppe cose.

Devo dire che anche la scelta della roulotte mi allettava non poco. I vantaggi c’erano:

  • Niente patente speciale;
  • Mezzo utilizzabile 12 mesi l’anno;
  • Libertà di poter girare con la mia macchina.

L’unica grande difficoltà era che, avendo due bambini era complesso affrontare viaggi molto lunghi, costringendoli a stare fermi in auto per ore. Inoltre, devo dire che le manovre sono piuttosto complesse da fare.

Il camper diversamente, e sebbene sia molto più caro come investimento e come manutenzione, mi permette di poter giostrare meglio i tempi.

Per esempio, quando siamo in fila nel traffico, avendo la cellula abitativa unita a quella di guida, Claudia ed io possiamo scambiarci di ruolo e alternarci per rendere il viaggio meno faticoso alla guida, trascorrendo del tempo con i cuccioli.

I bambini non soffrono troppo le ore di viaggio, poiché trascorrono il loro tempo guardando un film, leggendo o giocando anche se sempre da seduti; se vogliono andare in bagno possono farlo, senza che ci si debba fermare e farli scendere dall’auto.

Il camper richiede sicuramente più tempo e soldi da dedicarci, ma è una scelta che alla lunga ripaga, soprattutto se il tuo modo di concepire il viaggio è fatto di avventura e comodità.

Inoltre hai la possibilità di sostare in luoghi da favola, spostandoti ogni giorno senza troppe scocciature, cosa che con la roulotte non puoi fare sempre.

Sono due anni che viaggiamo in camper, abbiamo scelto un Carado T334: camper semintegrale con 5 posti letto. Siamo in 4 in famiglia, spesso però concediamo ad uno dei nostri piccoli di portare con sé un amico, si alternano: un viaggio decide Giorgio chi portare e uno Francesco.

Ci divertiamo moltissimo e anche i bambini sono felici. Giorgio, il più grande, ora sta anche imparando ad arrampicare in modo professionale, spesso partiamo tutti per accompagnarlo alle gare.

In conclusione possiamo dire che, sia il camper che la roulotte, vanno bene per una vacanza itinerante, dipende solo da quanti siete in famiglia e dalle esigenze che avete.

Buon viaggio avventurieri 

Vacanza ideale: Claudia ed io eravamo indecisi tra camper e roulotte

One thought on “Vacanza ideale: Claudia ed io eravamo indecisi tra camper e roulotte

  • Bellissima storia familiare. Avete fatto un ottima scelta ed io, che ho quasi 52 anni come mia moglie, ci stiamo progettando per l’acquisto di un camper. Certo sono molto tentato dai van, o camper puro, perché a differenza vostra, non abbiamo figli al seguito ed una “figlioletta pelosa”. Augur e buona vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *