ULTIME DAL BLOG

  • Check List: cosa mettere nel camper ?

    Check List: cosa mettere nel camper ?

    Viaggiare in camper, è una delle esperienze più avventurose e allo stesso tempo singolari che un viaggiatore possa fare.   Se quest’anno hai deciso di noleggiare un camper, e si tratta del tuo primo viaggio, devi informarti bene in merito…Leggi Tutto...

Camper furgonato: il contenitore del sogno perfetto

Ciao siamo Ginny e Lorenzo.

Esattamente due anni fa, abbiamo deciso che la nostra vita ci aveva veramente stancato.

Lorenzo lavorava come venditore, rappresentava la sua azienda di mobili artigianali in tutto il mondo. Era continuamente in viaggio. Lo conobbi durante una mia vacanza a Londra ero andata con delle amiche, lui era ad un tavolo seduto tutto solo e sconsolato.

Mi avvicinai, cominciammo a parlare e scoprimmo di avere tantissimo in comune.

Passammo insieme tutta la serata; le mie amiche non condivisero la mia scelta ma quando, poi, dopo un anno raccontai loro che quel timido ragazzo ed io stavamo per sposarci, furono molto felici per me.

Il buffo di questa storia è che poi non ci siamo mai sposati. Vi aspettavate il finale scontato, vero? No, vi racconto qualcosa di molto più audace.

Sono nata a Valencia, il mio vero nome e Juanita, ma mi chiamano tutti Ginny perché ho una passione smisurata per il Gin.

Effettivamente la nostra è stata una di quelle storie da film: ci conosciamo in un bar, ci piacciamo, ci incontriamo di nuovo dopo un mese e capiamo che volevamo stare insieme tutta la vita.

Lui mi chiede di sposarlo io accetto e cominciamo a vivere insieme e nel mentre, pensiamo ai preparativi del matrimonio. Passano 3 mesi di convivenza, nel frattempo stabiliamo la data e decidiamo la chiesa. Avvisiamo le famiglie, le quali sono anche pronte per conoscersi… ma una sera, tutto cambia!

Come un camper furgonato ci ha cambiato completamente la vita

Ero a casa, a Genova. Lorenzo era in giro come al solito.

Mi siedo sul divano e accendo la TV. Uno spot di un camper furgonato con due surfisti in giro per il mondo, colpisce la mia attenzione. Alzo il volume e mi metto ad ascoltare: questi due ragazzi avevano lasciato il lavoro e si erano costruiti un camper da un semplice furgonato, per girare nei posti più belli del mondo e fare surf.

In quell’esatto istante mi chiama Lorenzo.

Abbasso il volume, aveva una voce triste e mi dice che gli manco. Quello che ancora non vi ho detto è che Lorenzo è istruttore di surf come sua seconda attività; negli ultimi due anni prima di conoscerci, però, aveva trascurato la sua passione. Tempo 2 secondi e un lampo attraversa la mia mente e senza nemmeno accorgermene, dico a Lorenzo: “…amore molliamo tutto, compriamo un camper, arrediamolo e cominciamo a viaggiare”.

Mi credete se vi dico che Lorenzo non si è fatto pregare? Insomma abbiamo disdetto tutto, chiesa, data e ci siamo comprati un furgonato. Lo abbiamo arredato interamente da soli e lo abbiamo fatto diventare la nostra casa mobile.

Mentre Lorenzo insegna surf su richiesta in giro per il mondo, creando dei tour per appassionati che si ritrovano in un dato luogo…io in base alle tappe che scegliamo, mi dedico alla ricerca (ho studiato biologia marina).

foto di onda in California dal nostro tour americano in camper

Dal nostro primo viaggio è passato un anno. Il nostro camper furgonato però non è più vivibile, lo costruimmo con un budget ridotto e devo dire che anche se lo amo, ora il tempo ha fatto il suo corso.

La vita però vogliamo che resti la stessa, abbiamo venduto le case e ora il nostro lavoro è un altro. Lorenzo è diventato famoso con il suo “Surf all’avventura” ed io gestisco tutte le sue richieste, provenienti da tutte le parti del mondo.

 

La foto l’ha scattata Lorenzo in una delle sue avventure marine sulla tavola da surf.

Abbiamo così optato per un camper furgonato nuovo della Hymercar.

La differenza tra un camper furgonato da allestire e uno nuovo, dipende principalmente dal desiderio che avete di personalizzare la vostra casa mobile.

Noi, per esempio all’inizio, ci siamo divertiti a creare un camper tutto a tema mare: tutto bianco con delle sfumature azzurre. Piccola cucina stile campeggio e all’interno della zona letto, tanto di finestra sull’esterno (era il portellone posteriore la nostra finestra). Penso di aver visto le più belle albe e tramonti della mia vita da quella finestra.

Chiaramente non avevamo tutti i comfort e ci siamo adattati moltissimo; diciamo che poi l’abilità di Lorenzo come ex venditore ci ha aiutati a ricavare il massimo dal minimo in tutte le situazioni.

Oggi, che vogliamo continuare a viaggiare in camper abbiamo finalmente optato per un camper nuovo, ma semplicemente perché desideriamo un po’ più di comodità e soprattutto ce lo possiamo permettere.

La nostra è una storia rara e particolare, ma questo non vuol dire che non potete prendere in mano le vostre vite e cambiarle del tutto o quanto meno provarci.

Noi siamo felici, amiamo il mare e viaggiamo tanto. Il camper furgonato ci permette di arrivare ovunque, Lorenzo per via dell’attività che svolge non può avere limiti di spazio o cose del genere.

Si guida facilmente, tanto che anche io a volte mi cimento.

Camper furgonato: il contenitore del sogno perfetto

One thought on “Camper furgonato: il contenitore del sogno perfetto

  • Leggo sempre questo genere di avventure…sarà perchè non possiedo automobile da 35 anni, solo camper furgonati e sono anch’io un rappresentante! Ho iniziato con un VW Bulli Westfalia, poi un altro Westy su Mercedes e da 17 anni si uno splendido James Cook con cui finora ho percorso 640mila km. Sogno anch’io fi mollare tutto e partire…me lo auguro di cuore.
    Besos a voi e buona vita :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *